Se sei malinconico e tu lo sai batti le mani. Malimalinconia, il nuovo singolo di platìni

Se sei malinconico e tu lo sai batti le mani. Malimalinconia, il nuovo singolo di platìni

29 Giugno 2021 0 Di ilfaroindie

È uscito martedì 22 giugno Malimalinconia, il nuovo singolo di platìni e ve lo vogliamo raccontare a parole nostre.

Vi è mai capitato di svegliarvi col morale alle stelle ma, da un momento all’altro, vi sentite strani? Non c’è assolutamente niente che non va, eppure vi sentite appesantiti da una sensazione che vi fa abbassare lo sguardo, lasciandovi in balìa dei pensieri.

Che cos’è? Difficile da capire subito: non è davvero tristezza e non è nemmeno davvero malessere. É qualcosa di diverso e indefinito, che però si attacca alla pelle ed è difficile da scacciare.

platìni, invece, sa bene di cosa si tratta e decide di scriverci addirittura una canzone su, dandole un titolo balbettato, quasi stesse scoprendo con noi il nome di questo specifico stato d’animo.

Malimalinconia è un brano fresco, estivo, all’apparenza leggero e sbarazzino, ma che in realtà riflette su un tema diametralmente opposto alla spensieratezza delle vacanze. Una dicotomia che si riflette anche nella struttura stessa della canzone: se nelle strofe troviamo come protagonista indiscussa la felicità con la sua presenza regolare, quasi elegante e leggiadra, ecco che nel ritornello abbiamo invece la mali-malinconia, martellante, incessante, avvolgente.

Difficile capire se il cantautore ne stia facendo un’ode o se sia un modo per esorcizzarla, è chiaro però quanto sia bello sentire un singolo così ben scritto, che intrattiene, fa cantare e fa saltare e ti ricorda come in fondo la malinconia non sia una compagna tanto negativa.

Ma quindi, detto ciò, chi è platìni?

platìni – all’anagrafe Marco Platini – è un cantautore e produttore tendenzialmente complesso e piuttosto cretino. La sua musica sta tra l’introverso e l’estroverso, un po’ cantautorato e un po’ musica elettronica. platìni vive costantemente tra la voglia di fare lo scemo e la voglia di essere preso molto serialmente per quello che pensa.
A otto anni inizia a suonare il sassofono in banda, mentre a dodici inizia a scrivere le prime canzoni. Il suo primo brano recita così: “La speranza è l’ultima a morire, ma la mia si sta suicidando” (magnifico spleen della preadolescenza!).
All’età di sedici anni fonda i Rumor, band con cui arriva alle finali di Sanremo Giovani nel 2016 e con cui condivide numerosi palchi in giro per l’Italia e con cui fa un piccolo tour in Irlanda, due EP e un disco.
Con il tempo però l’artista si rende conto di avere ancora tanta voglia di fare musica: così nasce platìni. Il primo singolo, Pronto, esce il 30 aprile.