ESCLUSIVA: Marta Tenaglia e la dimensione del tempo_ la playlist

ESCLUSIVA: Marta Tenaglia e la dimensione del tempo_ la playlist

23 Luglio 2020 0 Di Jessica Fuschillo

Il tempo è un concetto relativo, può sembrare lento e inesorabile ma poco dopo diventa veloce e inarrivabile. È una dura lotta quella contro il tempo, non sei mai al passo con lui.

Puoi arrivare in anticipo o terribilmente in ritardo, ma mai perfetto, allo scoccare della lancetta.

Ma non è solo il tempo a scandire le nostre vite, spesso accade anche il contrario, ovvero che sono i nostri avvenimenti e le nostre emozioni a scandire il tempo, a ricordarci il periodo in cui le abbiamo vissute e incastrarle nella storia della nostra vita.

In uno speciale podcast ideato da Marta Tenaglia abbiamo affrontato la tematica del tempo insieme a Nava, partendo dalla versione di Fuck It di Eamon, cantata da Marta e inserita nel suo EP disponibile su Spotify, a questo link.

 

«La canzone su cui ho pianto di più in assoluto» ci ha raccontato Marta «quando ho scoperto che a me piangere piace, che ne ho bisogno, che ho bisogno di guardare in faccia quello che mi fa stare male finché non lo conosco a memoria. E’ la prima canzone che davvero ho SENTITO. Avevo dodici anni, è passato tanto di quel tempo, eppure è lì esattamente dove l’avevo lasciata anni fa, nello stesso posto del cuore, vicino ai poster e alla smemorando. Il tempo potrebbe benissimo non esistere, non avere dimensione, oppure averne una per ogni essere vivente in questo momento. Per me il tempo ha la dimensione delle emo- zioni che provo e che mi hanno scavato dentro infinite strade, che adesso portano a me.»

A supporto del progetto io, Marta Tenaglia e Nava abbiamo realizzato una playlist a 6 mani “Vattene“, inserendo le nostre canzoni preferite che parlano del tempo e delle scorrere delle emozioni.

«Questa playlist è relativa alla terza puntata di PROSPETTIVA» spiega Marta «terza cartolina da questo viaggio senza passi. Quanto tempo è durato? Tanto o poco? Forse entrambi, forse nessuno dei due, forse la dimensione è un’altra. 
Grazie Jessica Fuschillo e Nava per aver fluttuato con me tra orologi emotivi e pezzi di cuore sparsi <3
Chi lo sa se il tempo esista davvero, chi lo sa se esista davvero qualcos’altro oltre allo stretto presente, a me rimane la sensazione che passato e futuro possano avere senso solo se esistono qui e ora.»

 

Premete play e lasciatevi trasportare dal tempo…