ESTATE 2019: Il Faro Indie goes to Color Fest! 03-04 Agosto

ESTATE 2019: Il Faro Indie goes to Color Fest! 03-04 Agosto

18 Giugno 2019 0 Di Jessica Fuschillo

Il 3 e 4 Agosto torna il Color Fest, il festival indie della Calabria, giunto ormai alla settimana edizione e diventato un  palco di riferimento e prestigioso per tutto il Sud Italia.

Noi del Faro Indie siamo media partner e a inizio Agosto voleremo a Platania per vivere il festival e potervelo raccontare attraverso i nostri canali social. Per l’occasione abbiamo intervistato Mirko Perri, ideatore e organizzatore del Color Fest che risponde così alla nostra curiosità su cosa accade nel dietro le quinte di un festival..

 

Il Color Fest arriva quest’anno alla settima edizione, com’e nato tutto questo e cosa vi ha spinti a volerlo davvero?

Il COLOR FEST nasce dalla passione di giovani calabresi, i quali stanchi di dover sempre viaggiare per vedere i live degli artisti che seguivano, hanno deciso di rimanere in Calabria e non andar via; dove rimanere vuol dire cambiare le cose in meglio. Nata come rassegna, diventa un festival, che in 7 anni ha avuto una crescita esponenziale diventando riferimento musicale in tutto il sud Italia.

 

 

Esattamente, siete uno dei festival più importanti di musica indipendente del sud Italia, come la spiegate tutta questa concentrazione di festival nel Nord e come la vivono i ragazzi del Sud?

In realtà ora il sud sta crescendo molto in tutti i campi musicali, dall’uscita di tanti artisti fino alle tante produzioni importanti di festival (Color, Ypsig, Cinzella). Sono molti gli artisti che danno delle esclusive anche al sud, si sta iniziando a capire che la nostra forza sta nella bellezza dei nostri luoghi, spesso unici che danno alla musica un valore aggiunto importante rispetto ad altri contesti.

 

Organizzare un festival impiega tempo e conoscenze della musica in circolazione, come selezionate le band in line up? E quanto tempo prima le chiudete?

Faccio degli ascolti infiniti per tutto l’anno per cercare poi di chiudere una line up coerente ed allo stesso tempo che vada bene per diversi pubblici; il grande sogno sarebbe vedere genitori e figli venire insieme al festival, essere richiamo per più generazioni penso sia un mio obbiettivo da sempre.
A febbraio di solito ho già il festival completamente delineato nella mia mente.

 

Come funziona la macchina organizzativa e tecnica del Color e quando inizia a muoversi?

Non c’è un inizio, è una macchina che non si ferma mai, organizziamo live per tutto l’anno e la preparazione del festival è continua; c’è sempre qualcuno che lavora, in totale siamo una cinquantina e ognuno ha un compito preciso, per cui tutti sono indispensabili.

 

 

Conosciamo molto bene la realtà emergente di Roma e Milano ma com’è possibile, per i giovani cantanti, farsi conoscere nel sud Italia? Hanno opportunità di suonare live e di avere un supporto promozionale?

Sono in tantissimi a passare dal sud, non credo ormai ci siano molte difficoltà a trovare date, se non le stesse che si trovano in tutta Italia.

 

A questo link è possibile acquistare i biglietti del Color Fest: https://www.diyticket.it/festivals/88/color-fest-7?fbclid=IwAR2D1r9NUI_DHiJgfD6BmUQ7SRUqA7Du0Umozr84h6tTbDo9wV8aHuVRDzo