Il Faro Indie intervista ALEAM

Il Faro Indie intervista ALEAM

16 Maggio 2019 0 Di Stefano Maiorana

Qui di seguito la nostra intervista ad Aleam, artista partenopeo del roster Tritolo e con l’EP Mayday fresco di uscita. Ecco cosa ci ha raccontato.

 

Ciao Aleam, il tuo primo EP ‘Mayday’ è fuori da circa un mese. Sei soddisfatto del processo di stesura del disco e di come stia andando?

Si, questo progetto rappresenta me e Daniele Franzese al massimo, quindi ha un valore immenso per noi.

Ci siamo divertiti ed emozionati molto durate il lavore di stesura, ma ad oggi ci sta portando dei bei risultati e ne siamo felicissimi.

Nel tuo EP mescoli diversi generi: cantautorato, trap e pop melodico. È stato difficile dare un’identità alla tua musica spaziando fra generi così diversi?

In realtà non è un processo matematico, io scrivo i pezzi in base a ciò che sto vivendo e di conseguenza mi porto dietro in maniera del tutto naturale alcune influenze diverse.

Scrivo ciò che sento e non mi sento limitato.

 

Sapresti dirci qual è stato il momento della tua vita in cui hai capito di voler fare musica?

Probabilmente da sempre, da piccolissimo i miei regali erano strumenti giocattolo.

Crescendo poi ho iniziato a studiare musica e senza pensarci troppo anche a scrivere; amo quello che faccio e lo farei per sempre.

 

 

Quali sono le cose da cui trai ispirazione per scrivere i tuoi pezzi e quali le influenze musicali più radicate?

Di solito scrivo quando provo delle emozioni o sensazioni forti, è il mio modo per elaborarle e trane delle conclusioni.

Musicalmente, invece, trovo ispirazione da tutti gli artisti che ho ascoltato ed ascolto ora.

 

Devi partire per un isola deserta, quali sono le tre cose a cui non puoi rinunciare?

La mia chitarra basta e avanza.

 

Bonsai è forse il tuo pezzo più introspettivo, è per questo che hai scelto proprio questo brano per girare il videoclip?

Sicuramente si, Bonsai rappresenta l’inizio di qualcosa di importante per me e Daniele.

Far uscire Bonsai come pezzo di lancio è stata una scelta semplice, ci emoziona ogni volta che la ascoltiamo.

 

 

Come è nato il tuo rapporto con Tritolo?

Il mio rapporto con Tritolo è iniziato circa un anno fa grazie a Poomba che mi ha presentato.

Sono felice di far parte di un collettivo del genere considerando lo spessore artistico capitanato da Clementino.

Spero di riuscire a rappresentarla al meglio.

 

Cosa pensi della scena musicale in Italia attualmente? Fra gli artisti emergenti, c’è qualcuno con cui ti piacerebbe collaborare?

Credo che in Italia abbiamo tantissimi artisti di valore che stanno segnando un’epoca fondamentale.

Spero di collaborare con chiunque abbia la mia stessa visione della musica.

 

 

Quali sono i tuoi progetti futuri nel breve e lungo termine?

Per il momento io e Daniele Franzese stiamo lasciando lo spazio che merita a ‘Mayday EP’.

Ho molta strada da fare ma abbiamo già qualcosa in mente…quindi non perdeteci di vista!

 

LINK UTILI ALEAM

Instagram

Spotify

RC Waves

Tritolo