IL FARO INDIE x LINOLEUM: intervista GELLER

IL FARO INDIE x LINOLEUM: intervista GELLER

25 Aprile 2019 0 Di Mj Steven

In occasione del loro live a Linoleum, abbiamo fatto due chiacchiere con i Geller, che ci hanno parlato del loro nuovo disco, delle loro influenze musicali e dei progetti futuri.

 

 

Ciao Geller, prima domanda di rito: da dove deriva il vostro nome?

Il nome deriva da Ross Geller, il nostro personaggio preferito di Friends, la serie anni 90. Nerd e sfigato con le donne come noi.

 

Il 19 aprile è uscito il vostro primo disco ‘Male Male’, anticipato dall’omonimo singolo. Ci raccontate il percorso che ha portato alla pubblicazione di questo disco?

Tutto è iniziato dal testo di Pausa, uno dei brani del disco. L’ho scritto senza pensare a cosa ci avrei fatto davvero. Allora un giorno di fine 2017 ho detto a Dario: senti ho questo testo, vedi un po’ se ti va di farci una canzone, così, senza impegno. Il giorno dopo Dario l’aveva finita e gli ho dato subito un altro testo. Il giorno stesso aveva finito il secondo brano. E così via fino alla registrazione del disco, l’estate scorsa.

 

 

Come è nato il vostro rapporto con Giungla Dischi?

Avevo mandato il provino di Pausa fatto con Garage Band dell’iPhone a Andrea Rapino di Giungla, che già conoscevo ma con cui non avevo mai lavorato. Lui mi ha subito risposto che la roba gli piaceva, allora ho cominciato a mandargli pezzo dopo pezzo. Il suo interesse è stato un incentivo per portare a termine il disco.

 

Cosa  provate all’idea di suonare sul palco di Linoleum?

Siamo gonfi di adrenalina, è una delle date più importanti del tour!

 

 

Da dove traete ispirazione per scrivere la vostra musica? Cosa vorreste comunicare a chi vi ascolta?

Tutti i brani del disco sono nati dai testi, che a loro volta nascono sempre da stati d’animo molto precisi. Un giorno stavo male, tornavo a casa e scrivevo quello che mi veniva in mente, di solito partendo da una frase, da un concetto o da una scena. Il giorno dopo stavo preso a bene, stesso discorso. A chi ci ascolta vorremmo comunicare il mondo che abbiamo dentro, trovare una connessione con l’intimità dell’ascoltatore, ritrovarci nelle nostre turbe mentali e nei cazzi della vita.

 

I vostri singoli sono andati fortissimo su Spotify e sono stati molto apprezzati dal pubblico, cosa vi aspettate da ‘Male Male’?

Forse è il pezzo più pop del disco, uno di quelli più martellanti, speriamo che arrivi ad ancora più gente.

 

Quali sono i dischi fondamentali che hanno segnato la vostra formazione artistica?

Gli Anni degli 883, tutta la discografia di De Andrè, Is This It degli Strokes.

 

Cosa pensate del panorama indipendente attuale e con quali artisti vi piacerebbe collaborare?

Crediamo che in giro ci sia un sacco di gente piena di talento, indipendentemente dal genere che fanno. Siamo in un periodo molto florido, tutti hanno qualcosa da dire e lo fanno nel modo più personale possibile. Se pensiamo ad una collaborazione in particolare su due piedi ti direi Frah Quintale e Franco126.

 

 

Quali sono i vostri progetti futuri nel breve e lungo periodo?

Adesso siamo nel bel mezzo del tour promozionale nei club, e poi ci aspetta l’estivo. Stiamo preparando già un singolo post album per l’estate, sarà una bella sorpresa.

 

LINK UTILI GELLER

instagram

spotify